Archivio tag | disoccupazione

Sono tutta eccitata, mi ha scritto un indagato Istat


Oggi sono emozionatissima, un indagato Istat per il calcolo del tasso di disoccupazione (già disponibile presso i centri per l’impiego senza spese aggiuntive, reale e inutilizzato) ha scritto un commento!

Mi piacerebbe intervistare qualche indagato Istat sulla disoccupazione, in qualità di direttora irresponsabile della capocciata giornalistica “Ariaora!“. Fatevi avanti interrogati dell’Istat!

Potrebbe interessarti anche:

Statistiche disoccupazione, Istat hai rotto i cavoli a merenda

Italia, call center a basso costo

Italianen terronen, ueeee Sturmtruppen

Rete su facebook, licenziati e imprese in crisi

Italiani vucumprà

Pensierino digestivo del 2 gennaio 2012

Statistiche disoccupazione, Istat hai rotto i cavoli a merenda


Dunque @Lascostumata chiedeva la fonte dati delle statistiche Istat sulla disoccupazione perché i conti non quadrano.

Ho fatto una ricerca e ho trovato il documento che descrive la metodologia Istat.

Tuttavia, dico io! ci sono quelle belle strutture costose che sono i CENTRI PER L’IMPIEGO

che cavolo di bisogno c’è delle statistiche? ci sono i dati reali!

Incentiviamo la raccolta dei dati REALI!

Niente tassi, quelli lasciamoli nel bosco. Fuori il valore assoluto.

Chi si iscrive al centro per l’impiego, e quindi ha determinate caratteristiche, è un disoccupato. FINE.

DATI REALI!

Invece no! ‘stiqquaquaraqqua cazzeggiano con le statistiche.
**************

Senti, così per curiosità, tu che leggi, se leggi, sei mai stato contattato dall’Istat?

OGNI MESE FANNO la statistica, saranno tanti ad essere stati contattati, o no?

Facciamoci una statistica, dai, dai, dai, daiiiii.

Prima il valore assoluto, poi tanti giochetti con i tassi!

Continua a leggere

Impresa e mercato del lavoro, pensierino digestivo del 3 gennaio


Bisogni e priorità cambiano a seconda di quello che hai in tasca. E’ normale.
Passare dal benessere al malessere, in termini di risorse, non è facile, e il processo di peggioramento va avanti da anni e il 2012 pare non prometta niente di buono.
Sarebbe anche normale attivarsi, quando non si trova lavoro. Le forme di impresa possono essere individuali, societarie, cooperative e l’attivazione sarebbe uno strumento per calmierare le disfunzioni nel mercato del lavoro.
Perché non c’è più attivazione?

Booooh, digestitti della vita, disse il poeta.

Tu che ne dici????

Pensierino pausa caffè decaffeinato: boicottaggi


Pausa caffè, decaffeinato, non è un caffè, una domanda mi ronza e mi rironza, dopo lo stravolgente risveglio è sempre lì che ronza, la faccio e nessuno risponde: perché non avviano nuove attività? nuove imprese individuali, nuove società d’impresa, nuove imprese cooperative?

Perché l’Italia diventerà un popolo di telefonisti e trascrittori di dati a prezzo stracciato, un popolo che non sa fare più un caz…volo.

Dicono che ci vuole un impegno concreto di boicottaggio delle calzette per il 2012. Sai chissenefrega che non comprate le calzette!! le vendono all’estero crescente.

E poi che calzette dovrei comprare?

boooh

ditemi, ditemi quali calzette tocca di comprare??