Archivio tag | coerenza

Nuovo femminismo autoritario?


Vergognoso autoritarismo da parte di sedicenti femministe emule di atteggiamenti dei despoti e caratteristici dei peggiori sistemi autoritari.
Ma l’autoritarismo è compatibile con il femminismo? e quindi delle autoritarie possono definirsi femministe?

E’ compatibile l’autoritarismo con un movimento che si dice promotore di libertà e critico di atteggiamenti discriminatori?

Non contente dell’incredibile censura del commento:

“conosco quello che raccontate, ma non condivido la reazione, anche se la comprendo”.

commento cancellato, poi pubblicato dopo richiesta, a cui è seguita risposta dittatoriale e senza possibilità di rispondere (anzi la signora pseudo-femminista ha definito la risposta sul presente blog “spammare”, poiché contiene il link al sito pseudo-femminista).

Sono seguiti commenti nel sito dispotico pseudo-femminista senza dare la possibilità di rispondere, mentre continuano a pubblicare solo i commenti a supporto del loro autoritarismo, senza dare alcuna informazione stabile ai lettori che si tratta di un luogo di censura (delle opinioni e delle idee)

Questi comportamenti sono quelli tipici delle dittature, atteggiamenti non dissimili da quelli di cui si lamentano quando vanno nelle piazze a dimostrare.

Pare di capire che la loro aspirazione sia sostituire un dominatore con un altr* niente affatto la libertà.

– censura 1 Come rimanere di stucco in 4 minuti

– censura 2 La femminista comica autoritaria

Come rimanere di stucco in 4 minuti


Ho commentato un post su femminismo a Sud, pessima idea, ma credevo fosse un luogo ove si rivendica, e indi si garantisce, libertà di opinione (in fondo a questo post c’è lo screenshot). Evidentemente il mio breve commento non è stato gradito (in particolare la parte ove ho scritto “non condivido”):

conosco quello che raccontate, ma non condivido la reazione, anche se la comprendo.

E meno gradito è stato il mio rispondere per difendermi dagli interventi autoritari, al paro livello di quelli che definiscono bullisti. Ché loro (che scrivono sempre il perché senza per) sono le meglio del reame e tutto il resto è monnezza.

Ultimamente ho seguito alcuni blog che si classificano femministi, perché mi dicono che sono femminista, mi accusano di essere femminista e volevo capire in cosa consiste il femminismo (visto che poco lo conosco) sul campo, non sui libri. Continua a leggere